ROBERTO MASI PHOTOS

QUI NEL DONBASS RIMANGO FINCHE' RIESCO

date » 19-04-2022 14:00

permalink » url

tags » fotogiornalismo, ucraina, cesura, micalizzi, rocchelli,

Gabriele Micalizzi, fotoreporter nato a Milano nel 1984, e nel 2008 tra i fondatori del collettivo Cesura, da oltre un decennio copre il Medio Oriente per le maggiori testate internazionali. Da alcune settimane racconta la guerra tra Russia e Ucraina dal Donbass: il 18 marzo lo abbiamo raggiunto al telefono per raccogliere alcune considerazioni sul suo lavoro.

Dove si trova e da quanto tempo?
Ora sono in Crimea perché oggi è l’anniversario dell’annessione alla Russia e Putin ha parlato alla popolazione all’interno di uno stadio. Insieme al giornalista con cui sto lavorando abbiamo voluto coprire questo evento. In queste ultime settimane però ho sempre tenuto Donetsk come base. Sono partito da Milano il 17 febbraio e sono andato a Mosca, poi a Rostov e da lì ho preso la macchina e sono arrivato nel Donbass il 18, qualche giorno prima che scoppiasse la guerra. Avevo capito che se doveva succedere qualcosa, per forza sarebbe partito da lì.
...
Perché ha deciso di rimanere nel Donbass invece che spostarsi in città cruciali come Kiev o Mariupol?
Per due motivi. Nel 2014 qui, a Slov”jans’k, è stato ucciso Andy Rocchelli, mio collega all’interno del collettivo Cesura, a causa di un colpo di mortaio esploso dall’esercito ucraino. Nel processo noi di Cesura siamo parte civile e per questo io sono nella blacklist del Governo. Ho più difficoltà ad andare in quelle zone. Il secondo motivo è che questa guerra si potrebbe dividere idealmente in due parti, una bellica e una di propaganda, per entrambe le fazioni. Per me è davvero importante mostrare la verità anche da questo punto di vista, l’altro lato. Siamo in pochissimi a farlo da qui.
...

LINK

Schermata_2022_04_19_alle_14.04.06.png

GABRIELE MICALIZZI A FOTOINTERVISTE

date » 29-01-2021 10:03

permalink » url

tags » reporter, fotoreportage, fotografia,

“Viene tutto fuori dal background che hai e all’attitudine di vita”, ci spiega Gabriele Micalizzi, “io sono partito con i graffiti, andavo allo stadio, ho scelto delle attività in cui dovevo sfogarmi, come persona, sia a livello di espressione che fisico; questa cosa mi ha preparato ad affrontare certe situazioni. Studi tanto per fare questo mestiere, eppure ti devi cacciare nelle situazioni, ti devi buttare, molte volte ti prendi dei rischi, anche se bisogna calcolarli, in questo senso l’esperienza ti fa capire cosa è meglio non fare, cosa è molto pericoloso. Questo è un mestiere che impari sul campo, non c’è nessun tipo di preparazione al mondo che ti può forgiare”.

LINK

Schermata_2021_01_29_alle_10.02.51.png

GUALAZZINI E MICALIZZI AL DIG RICCIONE

date » 25-05-2019 08:54

permalink » url

tags » fotogiornalismo, cesura, micalizzi, gualazzini, digpeople,

. Marco Gualazzini è un fotogiornalista premiato in Italia e all’estero. Negli ultimi dieci anni si è concentrato sull’Africa e il suo recente reportage sul disastro umanitario che colpisce le popolazioni del lago Ciad, minacciate dalla desertificazione e dalle milizie di Boko Haram, gli è valso uno dei riconoscimenti più ambiti per i fotogiornalisti: il World Press Photo (sezione Ambiente).
A Riccione il fotografo dell’agenzia Contrasto racconta le sue esperienze, raccolte nel libro fotografico Resilient, e presenta il suo ultimo straordinario reportage, pubblicato dal progetto di crowdfunding Gli Occhi della Guerra.
. Gabriele Micalizzi, fotografo di fama mondiale fondatore del collettivo Cesura, descrive il metodo di lavoro che ha sviluppato in oltre dieci anni di reportage dalla Libia, dall’Iraq e dalla Siria, dove è stato ferito pochi mesi fa.

link

marco_gualazzini_dig_festival_2019_.jpg

GABRIELE MICALIZZI RACCONTA ANDY ROCCHELLI

date » 25-05-2019 08:41

permalink » url

tags » fotogiornalismo, cesura, rocchelli, micalizzi,

«Noi siamo fotogiornalisti»
Gabriele Micalizzi ricorda Andy Rocchelli, il suo amico e collega, ucciso cinque anni fa in Ucraina da una scheggia di mortaio. «L'ultima volta che l'ho visto era in partenza. Gli ho detto: "Torna con le foto, o non tornare"»

link

P2230020_copia.jpg

search
pages
ITA - Informativa sui cookies • Questo sito internet utilizza la tecnologia dei cookies. Cliccando su 'Personalizza/Customize' accedi alla personalizzazione e alla informativa completa sul nostro utilizzo dei cookies. Cliccando su 'Rifiuta/Reject' acconsenti al solo utilizzo dei cookies tecnici. Cliccando su 'Accetta/Accept' acconsenti all'utilizzo dei cookies sia tecnici che di profilazione (se presenti).

ENG - Cookies policy • This website uses cookies technology. By clicking on 'Personalizza/Customize' you access the personalization and complete information on our use of cookies. By clicking on 'Rifiuta/Reject' you only consent to the use of technical cookies. By clicking on 'Accetta/Accept' you consent to the use of both technical cookies and profiling (if any).

Personalizza / Customize Rifiuta / Reject Accetta / Accept
Link
https://www.robertomasiphotos.com/diary-d

Share link on
Chiudi / Close
loading